Arte e cultura

“Fuori dal museo”, dentro l’ambiente

La seconda edizione di “Fuori dal Museo – incontri sull’arte ambientale“, tenutasi a Formia, ha voluto celebrare in particolare un autore, Nikola-Lenivets, e un paesino: il piccolo villaggio russo di Kol’tsovo, a circa 200 chilometri da Mosca.

L’iniziativa nasce per valutare tutto ciò che riguarda l’arte e la sostenibilità dei territori di cui siamo fruitori e che dovremmo conoscere, e per veicolare un messaggio di lotta per la difesa della civiltà e il diritto alla sopravvivenza ambientale. Seminaria Sogninterra è la mente pensante e il cuore pulsante di questo progetto, che dichiara “l’unico mezzo con cui possiamo preservare la natura, è la cultura“. Dopo il primo ciclo di incontri tenutosi a Roma lo scorso marzo, quest’anno Seminaria ha dunque organizzato “Seminaria incontra Nikola-Lenivets” per raccontare lo sviluppo della Land art, originatasi alla fine degli anni ’60 negli Stati Uniti e dove non ebbe grande impatto – per via della concomitanza storica con la celeberrima pop art di Andy Warhol -, ma che influenzò grandemente le generazioni di creatori successive.

Il paesino di Kol’tsovo ospita uno dei più grandi parchi di Land art al mondo in un contesto naturale, protetto e incontaminato, ed è stato fortemente voluto da Nikola-Lenivets, che ha radunato in loco una fornita collezione di opere di un suo collega, Nikolay Polissky, e vi ha aggiunto le proprie. Secondo i curatori della mostra, Fuori dal Museo “è un programma ricco di riflessioni , testimonianze e  confronti con esperienze italiane ed internazionali. Ha l’obiettivo di sensibilizzare un pubblico vasto ed eterogeneo per affermare  buone pratiche culturali a favore del territorio e delle comunità sociali. Qui, nel basso Lazio, una  rete intrecciata di turismo, conoscenza ed arte sostenibile. Offrire in visione e provocare discussioni  su esempi diventati patrimonio  di artisti di fama internazionale ed intellettuali indica un percorso di crescita di cui in Italia c’è bisogno”.

Comments are closed.