Home Fitness

Il mattino ha il training in bocca

Mantenersi in forma bruciando di più e con più buonumore sembra impossibile, ma non se si modifica la tabella di marcia giornaliera. Svolgere con costanza un’attività fisica aerobica agevola infatti il monitoraggio del colesterolo riducendo fino al 50% il pericolo di sviluppare patologie coronariche rispetto a chi tiene un ritmo di vita più sedentario, ma praticare esercizio prima di fare colazione non è un vantaggio solo per le lancette dei nostri orologi spesso molto frenetici. 

Se ci alleniamo a digiuno consentiamo al nostro organismo di elevare il metabolismo con un notevole miglioramento del tono dell’umore e di bruciare molto più grasso superfluo: dopo il riposo notturno il sangue presenta dei livelli di glucosio minimi e questo forza i muscoli ad attingere alle scorte di adipe e di stimolare la produzione di noradrenalina e adrenalina per regalare delle piacevoli sferzate di energia. 

Inoltre, indagini recenti rivelano che su un campione di persone adulte provenienti da stili di vita meno in movimento, ma comunque in salute, l’attività aerobica praticata regolarmente ha dimostrato di innalzare i livelli di colesterolo HDL, cioè quello buono”, dal 3 al 9%. Tra le persone partecipanti alla ricerca che arrivavano da una condizione di sovrappeso, i vantaggi degli allenamenti sono stati addirittura notevoli: per ogni chilo di peso che riuscivano a perdere e a non riprendere, si verificava un aumento di quasi 0.35 mg/dL dei livelli plasmatici di colesterolo HDL. 

Ma quanto bisognerebbe fare sport prima di iniziare il resto delle attività quotidiane? Non servirebbe poi così molto in realtà, è sufficiente anche solo mezz’ora di allenamento ogni giorno, se eseguita regolarmente e nel modo corretto, iniziando magari da un tappetino e da semplici esercizi svolti con un abbigliamento confortevole, per sentirsi a proprio agio fin dal primo mattino. 

Comments are closed.