Cibo e salute

Tè verde, elisir di salute

Consumato da millenni nelle case d’Oriente, il tè verde offre numerose proprietà benefiche ai suoi consumatori.

Si rivela infatti un alimento eccellente per favorire la perdita di peso, poiché alcune componenti nella sua struttura spingono l’organismo a bruciare maggiormente i grassi in eccesso e a ridurne l’assorbimento nel corpo. Le catechine presenti sono utili per stimolare l’abbronzatura proteggendo la pelle dai raggi UV – anche da possibili forme tumorali dell’epidermide -, per rinforzare la circolazione e la pressione sanguigna – proteggendo dal rischio di ictus – e per regolare i livelli di colesterolo nel sangue, oltre a prevenirne l’eccessivo deposito nelle arterie, con la conseguente comparsa di malattie cardiovascolari – grazie a un composto chimico di nome EGCG.

Grazie al tè verde possiamo contrastare l’invecchiamento cellulare, poiché i bioflavonoidi e i polifenoli che presenta sono una potente riserva di antiossidanti contro i radicali liberi e contro l’insorgere delle malattie degenerative. Ma il suo contributo preventivo non si ferma qui: il già menzionato EGCG può stabilizzare anche gli zuccheri nel flusso sanguigno, così da predisporre il corpo ad accumulare più energie in caso di affaticamento. Ne consegue un bilanciamento dell’insulina e una riduzione del desiderio di “abbuffate”, che fungono da scongiuro contro il diabete. Ricerche giapponesi dimostrano come 5 tazze o più al giorno di tè possano ridurre del 47% il rischio di contrarre polmoniti, grazie a sostanze che inibiscono la proliferazione del virus nei polmoni, mentre altre sopprimono il diffondersi di cellule tumorali in caso di fibroma uterino.

Un’altra peculiarità, più curiosa, riguarda invece una sorta di valenza estetica, oltre che di salute. Il tè verde contrasta infatti marcatamente il proliferarsi dello Streptococco mutans, un batterio all’interno del cavo orale e spesso responsabile di carie e altri problemi dentali.

Comments are closed.