Viaggi e benessere

Aosta, città romana tra le montagne

Aosta deve gran parte della sua eredità alla sua storia: non a caso era denominata come la “Roma delle Alpi“, e molti monumenti dell’epoca sono tuttora presenti sul territorio; rientra quindi a pieno titolo come una delle città d’arte più suggestive d’Italia, nonostante sia solitamente associata a paesaggi invernali e dunque perlopiù alla natura.

In città è possibile visitare luoghi come il suo Anfiteatro, il Monumentale Teatro Romano – con una facciata di ben 22 metri, il Ponte Romano, l’Arco di Augusto e la Porta Praetoria, ma non solo; nel centro, accessibile solo come zona pedonale, si trova la piazza rettangolare dedicata a Émile Chanoux, martire della resistenza del periodo nazista, attorniata da palazzi storici e dai monti, con la statua dell’Alpino al centro della stessa. Le due fontane presenti simboleggiano invece i corsi d’acqua che scorrono attraverso la città: il torrente Buthier e la Dora Baltea. Su una facciata della piazza troviamo il Municipio, e al suo fianco l’Hôtel des États, molto famoso poiché in passato ricopriva il ruolo di sede del parlamento locale, subordinato al re.

Altre tracce della dominazione romana sono riscontrabili nel Criptoportico Forense e nell’area funeraria di Porta Decumana; il primo è strutturato da una galleria di marmo chiusa su tre lati, grazie alla quale il livello dell’area era ristrutturato in maniera regolare, e serviva a unire due templi dedicati alla triade di Giove, Minerva e Giunone e all’Imperatore Augusto, mentre l’area funeraria era utilizzata per dare riposo ai propri cari con notevoli corredi e oggetti ben rifiniti fino al periodo dell’Alto Medioevo. Nella stessa area sono presenti tre mausolei risalenti al IV secolo e i resti di una basilica paleocristiana.

La cattedrale di Santa Maria Assunta, la collegiata e il chiostro di Sant’Orso, il Fort Bard e la Basilica di San Lorenzo sono solo alcuni degli altri luoghi degni di menzione di questo piccolo ma incantevole capoluogo alpino, che riserva ai suoi visitatori tante storie, tutte da scoprire.

Comments are closed.